POLIPECTOMIA ENDOSCOPICA
I polipi sono rilevatezze della mucosa dell’apparato digerente, di natura per lo più benigna. Alcuni polipi possono degenerare e diventare maligni. È infatti accertato che la maggior parte dei tumori maligni dell’intestino derivano da polipi (adenomi) inizialmente benigni. Per tale motivo i polipi dello stomaco e del retto-colon devono essere asportati.
CLICCA QUI

Palloni intragastrici – Guarda il Video

La polipectomia endoscopica

home » La polipectomia endoscopica
La polipectomia endoscopica 2018-05-25T10:58:50+00:00

La polipectomia endoscopica

I polipi sono rilevatezze della mucosa dell’apparato digerente, di natura per lo più benigna. Alcuni polipi possono degenerare e diventare maligni. È infatti accertato che la maggior parte dei tumori maligni dell’intestino derivano da polipi (adenomi) inizialmente benigni. Per tale motivo i polipi dello stomaco e del retto-colon devono essere asportati.

Come si svolge
I polipi possono essere peduncolati o sessili. I polipi peduncolati sono più facilmente asportabili in un solo pezzo, sezionando la base del peduncolo con un particolare elettrobisturi fatto a forma di cappio. Nel caso di quelli a larga base, specie se di grosse dimensioni, può essere necessario resecarli pezzo per pezzo, e quindi in alcuni casi si eseguono più sedute per asportarli completamente.

L’esame istologico
L’esame istologico è molto importante perché consente di diagnosticare la natura del polipo e di verificare se saranno o meno necessari futuri controlli.

Quali sono le complicanze
La polipectomia è una procedura sicura. È necessario però che la capacità di coagulazione del sangue del paziente sia normale. Vi sarà pertanto richiesto di effettuare degli esami del sangue per accertarlo. È inoltre importante che segnaliate al medico se state assumendo farmaci (anticoagulanti, antiaggreganti come aspirina, o antinfiammatori) che possono modificare la capacità coagulativa del sangue. Le principali complicanze sono l’emorragia nella sede di asportazione del polipo e la perforazione, più frequenti quando si asportano grossi polipi. Entrambe queste complicanze possono essere risolte con un trattamento medico o endoscopico, e solo in alcuni casi potrà essere necessario un intervento chirurgico d’urgenza.

Come comportarsi dopo la polipectomia
Dopo essere stati sottoposti a polipectomia endoscopica è necessario prendersi alcuni giorni di riposo (da 1 a 7 giorni) in base alla complessità dell’intervento così da permettere un’ottimale cicatrizzazione delle ferite. Si deve evitare per sette giorni l’uso di aspirine, antiinfiammatori ed antidolorifici in genere, usare in alternativa il paracetamolo (Tachipirina, Efferalgan). E’ sconsigliato per i primi giorni l’uso della macchina e particolarmente di motorini e moto. La dieta per i primi tre giorni deve essere semiliquida (brodi, passati di verdure, succhi di frutta, purè, etc.), senza cibi piccanti ed alcoolici.

 

Vuoi saperne di più?
Invia una email a: luca@lucapecchioli.it
o chiama la Clinica al n° di tel. 06 86321981

1